Jammit

Written by Carlo Marzo. Posted in Paper2Media, Tutorial

L’app di cui parliamo questo mese è dedicata ai minus one. Con il suo ausilio potremo suonare i brani più famosi delle migliori band degli ultimi 50 anni in versione originale, ma senza la traccia di batteria. Il suo funzionamento è semplicissimo: abbassando totalmente il fader del volume della batteria potremo utilizzare la base per suonarci sopra, oppure potremo studiare ascoltando contemporaneamente alla nostra esecuzione la track della batteria come guida. Per quanto concerne il profilo didattico,  sono molto interessanti le funzioni SLOW e LOOP: la prima ci consente di rallentare il brano di una certa percentuale e quindi di poterlo studiare più lentamente, mentre il secondo ci consente di scegliere una sezione del brano da suonare a ripetizione; le due funzioni, inoltre, si possono utilizzare anche contemporaneamente per studiare i passaggi più ostici.
Per il momento sono disponibili 150 brani (la lista è in continuo aggiornamento) nei generi più diffusi, tra cui Rock, Hard Rock, Metal, Progressive Rock, Pop, Funk, Heavy Metal, Punk, Ska, ecc. L’applicazione è gratuita, ma per poterla utilizzare è necessario acquistare i singoli brani prescelti, per un prezzo variabile (da 99 cent. di dollaro a 5 dollari e 99).
Buon divertimento e appuntamento alla prossima!

Trackback from your site.

Comments (1)

  • Mariano Corsaro

    |

    ottimo apparecchio ,molto utile per lo studio e all’ approccio stilistico. Sto pensando di acquistarlo. Complimenti per la rivista.

    Reply

Leave a comment


sei − tre =